Come oratori spesso dovremmo darci più tempo per pensare al nostro pubblico.

Chi sono le persone sedute in sala? E forse ancora più importante, da dove provengono? Come interagire con un pubblico globale?

Come potete ben immaginare, un pubblico internazionale viene da ogni parte del mondo. Questo significa che dovete affrontare una vera sfida perché ogni persona nel vostro pubblico può essere diversa dall’altra. In generale, quando facciamo discorsi, i membri del nostro pubblico condividono tratti comuni e possiamo fare appello a queste caratteristiche nel nostro discorso. Non è così con un pubblico globale, infatti ci sono aspetti che non potrete trattare nel vostro discorso. In particolare, fate attenzione all’uso di metafore, parole colloquiali o riferimenti alla cultura popolare che possono significare molto per te, ma possono non significare nulla per il vostro pubblico.

C’è una buona probabilità che il pubblico parli la vostra lingua. Tuttavia, potrebbe non essere necessariamente la sua lingua madre. Questo significa che dobbiamo cambiare il modo in cui parliamo quando ci rivolgiamo con un pubblico internazionale. Le frasi che diciamo devono diventare brevi ed essere facili da capire.

La prima cosa che dobbiamo capire è che il nostro pubblico proviene da tutto il mondo. Ciò significa che se usiamo parole complesse,il nostro pubblico non sarà in grado di comprendere i punti che stiamo cercando affrontare: troviamo un modo più semplice di veicolare lo stesso concetto.

Infine, anche se abbiamo sempre un tempo limitato in cui tenere un discorso, dobbiamo rallentare per consentire al pubblico di prendere in considerazione ciò che si sta cercando di comunicare con loro.

Avere l’opportunità di rivolgersi a un pubblico globale è un grande onore. Tuttavia, al fine di assicurarsi che questo pubblico diversificato sia in grado di capire, dovrai modificare il modo in cui pronunci il tuo discorso, affinché chi ti ascolta possa capire ed apprezzarti come relatore.