Parlare davanti agli altri è qualcosa che vostro figlio farà per tutta la vita. Che si tratti di leggere un libro ad alta voce in classe, di fare una presentazione in università, di fare un colloquio di lavoro, o presentare a un cliente importante durante la loro carriera, essere in grado di parlare al pubblico con fiducia è una risorsa vitale di cui avranno bisogno per tutta la loro vita. Alcuni bambini sono naturalmente portati, ma altri sono più timidi e hanno bisogno di essere rassicurati. Ecco alcuni suggerimenti:

  • Fateli giocare a “parlare in pubblico”

Rendete l’attività un gioco di fantasia può abituarli ad avere attenzione su di sé mentre parlano, e insegnare loro a parlare in modo più naturale quando si rivolgono agli altri. Crea delle commedie in cui puoi dare loro un ruolo come il re che tiene un discorso ai loro cittadini o farli presiedere alla famiglia e fargli pronunciare un discorso di accettazione.

  • Fate fare un corso di teatro

Il teatro insegna la consapevolezza del corpo, della voce e delle emozioni: un corso di teatro può essere utile, come lo è stato per me,per capire se si può superare la timidezza di parlare davanti a molte persone.

  • Date loro un feedback, ma aspettate fino alla fine

È importante dare ai vostri figli feedback positivi quandosi esercitano per parlare in pubblico, ma dire semplicemente “è fantastico”, o “mi è piaciuto”, non li aiuta ad apportare miglioramenti dove sono necessari. Ricordate di aspettare che finiscano invece di interromperli costantemente per apportare correzioni. Questo potrebbe essere fonte di distrazione e irritarli.

  • Registrare le loro sessioni di pratica

Se il vostro bambino si sta preparando per una presentazione, anche qualcosa di semplice come un libro, registrate il discorso e fateglielo riascoltare, fornendogli un feedback positivo su quali erano i punti di forza e segnalando eventuali aree di miglioramento.

  • Incoraggiate la fiducia nella loro vita quotidiana

La fiducia non è qualcosa che arriva da un giorno all’altro,ma deve essere coltivata e nutrita. Incoraggiandoteli a prendersi del tempo per discutere gli eventi della loro giornata a cena, e permettendo loro di fare le cose da soli, anche se potrebbero sbagliare.